martedì 13 giugno 2017

La mummia (2017)

Mentre la povera Wonder Woman continua purtroppo a rimanere al palo (ah ma la prossima settimana DEVO andarlo a vedere!) sabato mi sono buttata a pesce su La mummia (The Mummy), diretto e co-sceneggiato dal regista Alex Kurtzman.


Trama: risvegliata da un sonno millenario, la principessa egizia Ahmanet si scatena nella Londra dei nostri giorni, alla ricerca del suo Prescelto...


Ho avuto un weekend piuttosto pesantuzzo e sono stanca morta quindi probabilmente scriverò un post schifido. Voi direte: "Ma non puoi aspettare e scrivere quando sarai riposata, alla faccia del caldo maledetto che non ti fa dormire?". Eh, bravi faGGiani (cit.). Sapete che nella blogosfera la velocità è tutto e ormai La mummia, uscito GIA' giovedì scorso, è storia vecchia! LaGGente vogliono la novità! Anche gli spettatori, a onor del vero, vorrebbero la novità ma sarà la suddetta stanchezza o l'hangover post venerdì alcoolico, sabato sono andata a vedere La mummia e non mi è dispiaciuto. Ora, del progetto Dark Universe, che mira a riproporre in chiave moderna tutti i mostri della Universal, non so praticamente nulla e sinceramente quel poco che so mi fa persino un po' paura ma La mummia, preso come divertissement ed ennesimo reboot in chiave action di un mostro "classico", non è neppure così male. Sicuramente non è una tamarreide aberrante come il fu Van Helsing o una roba ridicola come La leggenda del cacciatore di vampiri; non è neppure un film elegante e visionario, per carità, trattasi sempre di intrattenimento milionario a base di effetti speciali, versioni in 3D e attori famosi ma per le nemmeno due ore di durata fa il suo sporco lavoro e, appunto, diverte. Che poi, all'interno, vengano gettate anche le basi per i prossimi film del Dark Universe, con un personaggio in particolare eletto a "raccordo" delle varie storie che verranno proposte in futuro se La mummia avrà successo, sinceramente mi è importato poco e probabilmente il 90% degli spettatori occasionali non avrà nemmeno colto le varie citazioni presenti nel film (tranne quella palese che viene sbattuta in faccia al pubblico e che è parte integrante della trama) quindi passerei a spendere due parole su questo La Mummia. Una Signora Mummia, a sentire il parere del Bolluomo. Nel senso che se Arnold Vosloo non era un brutto uomo, Sofia Boutella nei panni della principessa Ahmanet è proprio una figona incredibile e il protagonista non pare neppure così dispiaciuto all'idea di venire perseguitato e sfruttato per diventare il suo eventuale compagno di oscura eternità. La Mummia funziona principalmente perché il mostro principale è affascinante e sensuale, fin dall'inizio mostra livelli di crudeltà particolarmente elevati e può permettersi persino di perculare l'interesse amoroso del protagonista, la povera Annabelle Wallis il cui personaggio è scritto, diciamo, un po' "a belle branché cumme a furmaggetta", come si direbbe in Liguria.


Non che il resto dei personaggi sia scritto meglio, per carità, i modelli sono quelli già sdoganati ne La mummia d'inizio millennio, solo con meno parentame e bambini, e l'unico capace di imprimersi nella memoria è un Russell Crowe d'antologia. Diciamo che con La mummia il mostro Universal diventa una minaccia da affrontare con piglio da superspia, non a caso il protagonista ha la faccia (nonché il conseguente sprezzo per il pericolo da affrontare col sorriso a sedicimila denti) di Tom Cruise e l'atteggiamento piacione e scanzonato che lo rende un mix tra il vecchio Brendan Fraser e uno Starlord qualsiasi, il tipo insomma capace di rapportarsi ad eventuali minacce egiziane con una baldanza sconfinante nell'assoluta mancanza di buon senso; tolti un paio di momenti veramente dark e un pre-finale dal twist quasi inaspettato (un po' troppo sentimentale e moscio, se vogliamo essere pedanti), La mummia di "oscuro" ha veramente poco o nulla e l'atmosfera è più action che horror, tra deserti che esplodono, città devastate, rocambolesche fughe in aereo, organizzazioni segrete e violentissimi corpo a corpo, inoltre si ride parecchio grazie ad un umorismo assai simile a quello riscontrabile nelle produzioni Marvel. Checché ne dica Kurtzman, il quale fa il figo dicendo che le scene post-credits sono appannaggio Marvel quindi ne La mummia non ne hanno messe, che lui e i suoi soci mirino a trasformare il Dark Universe e i vecchi mostri Universal in una sorta di Dark Avengers non è un'idea poi così peregrina e più di una volta, durante la visione, mi sono ritrovata a pensare al disastroso La lega degli uomini straordinari. Fortunatamente, gli albori truzzi e modaioli del nuovo millennio sono passati da un pezzo e mi è parso che ne La mummia si puntasse più alla cafonaggine distruttiva ma innocente piuttosto che al fighettame cupo finto come i soldi del Monopoli: come dicevo sopra, le scene d'azione e gli stunt sono stati girati con un'abbondante e gioiosa incoscienza capace di esaltare lo spettatore e fargli dimenticare che, in realtà, avrebbe dovuto farsela sotto dalla paura e io per questo non riesco a voler male a La mummia. Nelle mie condizioni straccionate però il parere della sottoscritta conta poco quindi per un post più completo, sensato ed interessante, col quale peraltro concordo in toto, vi rimando QUI.


Di Tom Cruise (Nick Morton), Russell Crowe (Dr. Henry Jekyll) e Annabelle Wallis (Jenny Hasley) ho già parlato ai rispettivi link.

Alex Kurtzman è il regista e co-sceneggiatore della pellicola. Americano, ha diretto film come Una famiglia all'improvviso ed episodi di serie quali Alias. Anche produttore, ha 44 anni.


Sofia Boutella interpreta Ahmanet. Algerina, ha partecipato a film come Kingsman: Secret Service e Atomica bionda. Ha 35 anni e due film in uscita, tra cui Fahreneit 451.


Javier Bardem, Joseph Gordon-Levitt, Tom Hardy e Eddie Redmayne erano stati presi in considerazione per il ruolo di Jekyll ma alla fine l'ha spuntata Crowe e Bardem dovrebbe invece interpretare il mostro di Frankenstein nel caso dovessero realizzare un film basato sul personaggio; per quel che riguarda i registi, il lavoro era stato affidato ad Andrés Muschietti, che se n'è chiamato fuori per divergenze creative (e per girare It. Mwahahaah!!). A proposito del Dark Universe, pare si sia dibattuto per qualche tempo se considerare Dracula Untold (che devo ancora vedere) come parte di esso e primo film della "saga" ma alla fine si è deciso di lasciare la pellicola di Gary Shore come opera a sé stante. Nell'attesa di sapere come finirà il progetto Dark Universe e di quali pellicole sarà composto (al momento l'unico film che sembra quasi certo è Bride of Frankenstein, che dovrebbe uscire nel 2019), se La mummia vi fosse piaciuto recuperate la trilogia composta da La mummia, La mummia - Il ritorno e La mummia - La tomba dell'imperatore Dragone. ENJOY!



20 commenti:

  1. La Mummia d'inizio millennio non mi è mai piaciuta (dovrei ammettere che, in qualche strano modo, ne avevo una fifa matta!). :S Il buon Russell qui potrebbe convincermi a fare un salto al cinema per un po' di spensieratezza. Ma questa mania dilagante di fare universi condivisi stancherà??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ricordo bene il primo film ma gli altri due aria, forse il terzo non l'ho nemmeno mai visto.
      Russell qui merita parecchio, ma io sono di parte, lo adoro.
      Quanto agli universi condivisi... mah, ho i miei dubbi. Sono troppo remunerativi! XD Comunque sono anche curiosa di vedere il dipanarsi di questo Dark Universe...

      Elimina
  2. La Mummia con Frasel è un pezzo di infanzia.
    Il secondo film è uno dei primissimi visti al cinema. Questo mi sembra una porcatona divertente, quindi lo vedrò senza lamentarmi - per Wonder Woman, sì, mi sono lamentato prima, dopo e durante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo di non avere visto nemmeno il primo al cinema, ma di avere aspettato la videocassetta.
      Però secondo me la Mummia con Fraser aveva un'impronta più per famiglie, questo è più zamarro/action :P

      Elimina
  3. L'originale è un piccolo cult anche personale, ovviamente vedrò anche questo ma non m'aspetto faville, mio fratello l'ha visto e l'ha trovato bello, anche se troppe volte si è annoiato...certo abbiamo gusti un po' diversi ma terrò conto di lui e di te ovviamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io noia nemmeno un briciolo. Forse giusto un po' moscio il finale ma per il resto adrenalina a pacchi :)

      Elimina
  4. Il post nonostante la stanchezza e il caldo non è venuto niente male.
    Il film temo invece sia scritto molto peggio... :)

    Però se non altro se è divertente potrei dargli una possibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, perlomeno stanotte ho dormito nonostante il caldo e il tuo apprezzamento mi fa ancora più contenta! :)

      Il film va preso per quel che è, una supercazzolona! Estiva, pure meglio!

      Elimina
  5. Non è un film per cui pagherei. Con il tempo mi sono fatto schizzinoso da questo punto di vista, però lo recupererò in futuro, un po' come sto facendo adesso con le pellicole Marvel che sto vedendo poco per volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me fa proprio piacere guardare determinati film al cinema perché so che il mio piccolo schermo casalingo non renderebbe neppure la metà, a prescindere da quanto siano supercazzole :)

      Elimina
  6. I ritmi della blogosfera non sono assolutamente sostenibili per me, quindi... me lo vedrò tra qualche mese con calma :D Sono piuttosto fiducioso sia una cazzata divertente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso si fa per scherzare, per carità, non riesco a reggerli nemmeno io :) Però è vero che se non sei sul pezzo (e anche se sei sul pezzo) i post catturano pochissimo interesse...

      Elimina
  7. alla fine andrò a vederlo...
    anche se ormai Tom Cruise continua con i ruoli da Tom Cruise e basta... una noia pazzesca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno dice che quest'uomo vuole morire sul set... sarà per quello? XD

      Elimina
  8. Io ho come l'impressione che mi divertirà non poco. ;)

    RispondiElimina
  9. Credo che a noi piacerà parecchio!Anche se il Khal è imbufalito perchè vorrebbe la mummia classica con le bende alla Boris Karloff XD mentre io sono gasatissima da questa sua nuova incarnazione!Next millenium,man!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bende in effetti ce ne sono pochine! Però sono convinta che incontrerà i vostri gusti :)

      Elimina
  10. Delusione totale. Cruise completamente fuori parte e controllo fagocità il film che sembra la versione avventurasa del secondo Jack Racher, quello brutto per capirci (qualcuno direbbe che entrambi sono brutti, ma sarebbe ingiusto). Il mostro diviene la cosa meno importante della pellicola e la noia viene alimentata da un montaggio scialbo. Non ci siamo proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preso come film Universal, dedicato a un mostro Universal, fa cagare.
      Preso come film action è valido, anche grazie a Cruise che è pazzo XD

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...